mercoledì 22 marzo 2017

Panino con barbe di frate, mele, funghi shitake, confettura Amaltea e Robiola di Roccaverano Dop

Perché uscire ed andare in un locale per poter gustare un panino…gourmet?!…non parlo del solito e più classico panino con l’ hamburger o salumi o formaggi o…vegetariano, buoni, ma…diamoci un’alternativa e proviamo a giocare in cucina anche per preparare un panino differente e succoso.
A volte ritrovarsi in un locale è l’occasione per incontrarsi con un’amica o più amici, può essere il giusto compromesso per “incontrarsi” fuori dagli impegni di lavoro e/o della famiglia. Sopratutto…niente piatti da lavare!
Ma…a volte è bello incontrarsi a casa, aprire la propria casa agli amici, ci saranno anche dei piatti e dei bicchieri da lavare ma vuoi mettere il gusto di “ospitare” le persone che girano intorno alla tua vita!?
Anche se preparerete dei panini non pensate di mettere sulla tavola dei piatti di plastica, apparecchiate anche una tavola informale ma utilizzate sempre i piatti e i bicchieri regolari, non devono essere necessariamente di porcellana o cristallo, ma se li avete…utilizzateli!
Niente bibite gassate sulla tavola ma solo un paio di bottiglie di buon vino, bianco o rosso o…bollicine, scegliete bene e sopratutto produttori italiani, magari qualche etichetta che non conoscete, è un bel modo per esplorare nuovi profumi e gusti.
L’alternativa al vino può essere la birra, mi raccomando…anche in questo caso fatevi una coccola.
Ed ora diamo sfogo alla creatività e organizziamoci in cucina.
Per la composizione di questo panino vi dirò gli ingredienti ma sui pesi sarò un po’ approssimativa, perché potete aumentare o ridurre le proporzioni.
Mia intenzione è suggerirvi l’accostamento dei vari ingredienti.
Mi è piaciuto giocare con questi due “dolci” elementi che sono prodotti da due mie carissime amiche, Laura e Cinzia. Loro hanno una piccola azienda Bio nelle Marche, a Senigallia e, credetemi, le loro marmellate e confetture e i loro liquori sono veramente deliziosi, si chiama  Amaltea
Da qualche mese hanno introdotto una nuova linea di confetture, senza zucchero ed è la marmellata all’arancia che ho utilizzato per questo panino.
Altra loro coccola è la crema al cioccolato e si chiama Ciocolì Ciocolà, puoi sempre aprirne un barattolo e metterlo al centro della tavola a fine serata.

Buon divertimento!
Ingredienti per un paio di panini

1 o 2  mele renetta o altra mela un po' acidula  
60 gr di funghi Shitake, privati del gambo
200 gr circa di barbe di frate già pulite
1 spicchio d’aglio
2 rametti di maggiorana
1 cucchiaio e 1/2 di Venere Dea Amaltea - marmellata d’arancia del Metaponto Bio
1 cucchiaio di Vulcano Amaltea - confettura al peperoncino Bio
4 fette di pane di segale
Olio EVO
sale
Lessa le barbe di frate in acqua bollente per pochi minuti, scolale poi falle insaporire in una padellino con lo spicchio d’aglio dorato in un poco di olio evo, sistema si sale. Trasferisci le verdure in una ciotolina e tieni al caldo
Nella stessa padella fai cuocere, su fuoco vivace, per 4 minuti la mela lavata, asciugata e tagliata a dadi di 1 cm circa con un cucchiaio di olio evo e la maggiorana. 
Unisci i funghi tagliati a listarelle e fai cuocere ancora per 4 minuti, aggiungi un pizzico di sale
Tosta le prime due fette di pane, spalma la superficie di ciascuna fetta con 1/2 cucchiaio di Vulcano e suddividi le barbe di frate
Aggiungi le mele con gli Shitake e poi ricopri con la Robiola di Roccaverano a spicchietti
Tosta le altre due fette di pane, spalma la superficie di ciascuna con la marmellata all’arancia Venere Dea
Chiudi ciascun panino con la seconda fetta di pane, premi leggermente, taglia a metà ciascun panino e…
Buon Appetito!













Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...