venerdì 30 marzo 2012

Maccherone Giuseppe Cocco col carciofo e la pescatrice

Vi capita mai di passare davanti ad un negozio e per diverse ragioni non riuscite mai a fermarvi ed entrare? E poi, quando riuscite a trovare il parcheggio proprio di fronte al negozio entrate e vi trovate come una bimba in uno spazio pieno di giochi?!
Ci sono passata davanti decine e decine di volte e finalmente pochi giorni fa mi sono fermata, anzi ci siamo fermate! Ero in compagnia di mia cugina Stefania e quando siamo insieme possiamo fare dei seri danni! Anche a lei piace cucinare ed e' molto brava nell'arte dello spadellamento, è un vizio di famiglia!!! E ci piace andare in giro insieme quando è possibile
Questo gioiellino è a Porto San Giorgio, è bene in vista ma in una situazione non troppo comoda per il parcheggio, si chiama "Spaccio Alimentare Pamafrutta", via del Rosario 7.
Mi si è aperto un mondo, sembravo Alice nel paese delle meraviglie! Non è molto grande ma gli scaffali sono pieni di differenti qualità di paste e tante altre cosucce che non trovo a Porto Recanati, così ho iniziato a riempire il piccolo carrello. La signora del negozio, molto cordiale, come benvenuto mi ha fatto dono di una confezione di spaghetti Monograno Felicetti. Avrò da giocare per un po' a preparare primi. Felice della mia spesa e della complicità di Stefania
Ingredienti

200 g di Maccheroni Giuseppe Cocco
1 carciofo mammola
1 coda di rospo da 400 g 
1 scalogno
1 piccola cipolla 
1 cipollotto
il succo di 1/2 limone
1 dl di vino bianco
un rametto di salvia
un rametto di maggiorana
4 rametti di finocchietto
un ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
aceto bianco
olio EVO
pepe
sale

Taglia il gambo del carciofo, elimina la parte esterna più dura e fibrosa, taglialo a metà nel senso della lunghezza e poi a dadi di 1/2 cm circa, togli le foglie esterne, quelle più dure, del carciofo, taglia la punta poi taglialo a metà, elimina la peluria e infine taglialo a fettine sottili. Metti tutto in una ciotola con acqua e succo di limone o aceto bianco per non farlo annerire
Sfiletta la coda di rospo tenendo da parte la lisca, taglia a metà ciascun filetto, cospargi con una macinata di pepe e una presa di sale
Scola i carciofi e fai insaporire, per un paio di minuti, in una padella già calda con un poco d'olio, la salvia, la maggiorana, un rametto di finocchietto e l'aglio poi bagna con il succo di limone
Unisci lo scalogno, la cipolla, il cipollotto, ma solo la parte bianca, tagliati a fettine e la lisca del pesce, fai dorare a fuoco vivace poi sfuma con il vino e fallo evaporare, aggiungi un pizzico di sale e di pepe e continua la cottura aggiungendo un poco di acqua calda o brodo vegetale. Quando saranno a cottura puoi togliere la lisca
Scalda una padella, aggiungi un poco d'olio, la parte verde dei cipollati e il finocchietto rimasto, unisci i filetti di pescatrice e fai cuocere per alcuni minuti sui due lati
Cuoci la pasta al dente, scolala, tenendo da parte una tazza dell'acqua di cottura, e mettila nella padella con i carciofi, aggiungi un poco alla volta, l'acqua di cottura della pasta e fai insaporire mescolando di tanto in tanto
Impiatta, completa con i filetti di pesce tagliati a fette, spolverizza con il prezzemolo tritato grossolanamente, una macinata di pepe e un filo d'olio.
A questo punto e' il momento di dire "e' pronto il pranzo"…
Buon Appetito!




























Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...